L’abbassarsi delle temperature, ormai da qualche settimane ben lontane dai record che ci hanno fatto sudare, e soprattutto le precipitazioni che hanno iniziato ad interessare anche il nostro territorio ci potrebbero fare pensare che l’emergenza idrica cominciata nell’inverno scorso sia conclusa.

Purtroppo, non è così: se è vero che le piogge hanno sicuramente aiutato a migliorare una situazione estremamente critica, va anche detto che non bastano ancora per potersi dire totalmente usciti dall’emergenza legata alla siccità.

E così anche in Vallecamonica restano in vigore le ordinanze ed avviso con cui i sindaci invitano i propri concittadini a fare un uso moderato dell’acqua, senza sprechi. L’ultimo è di poche ore fa e riguarda Losine: qui Mario Chiappini, primo cittadino del paese, ha firmato un avviso con cui informa tutti i residenti che occasionalmente l’acquedotto comunale potrebbe essere chiuso di notte, dalle ore 22:00 alle 06:00; la decisione avverrà in casi di estrema necessità e sarà comunicata tramite i social network o il servizio informativo tramite WhatsApp.

Nel Comune di Darfo, intanto, è stata revocata l’ordinanza di divieto di potabilità dell’acqua in cinque frazioni mentre, proprio per sopperire alla carenza idrica, è stato riattivato il vecchio pozzo di Boario in via Repubblica.

Share This