Edolo ha chiuso dopo una settimana intensa la rassegna Lignum Summer Art, il simposio internazionale di scultura lignea.

Un’edizione di grande successo, che ha visto la cittadina camuna trasformarsi in un polo culturale di grande spessore.

La manifestazione ha messo al lavoro nell’area mercatale 30 artisti giunti a Edolo da 15 nazioni.

La vincitrice della quinta edizione è stata la bergamasca Marta Zucchinali. L’opera, che ha messo d’accordo giuria e pubblico, rappresenta l’evoluzione della mano di un artista nel tempo. Secondo posto per il russo Kostantin Evdokimov e il suo “angelo caduto”.

Organizzato da “Movida Wood” dell’artista Ivan Mariotti e supportata dal Comune di Edolo e da numerosi sponsor, il simposio vedeva abbinata anche la terza edizione del campionato del mondo di scultura in velocità, vinto dal giapponese Toshio Jnamura.

Grazie al ricavato della manifestazione, Ivan Mariotti ha potuto consegnare ai sindaci dell’Unione dei Comuni delle Alpi Orobie alcuni defibrillatori.

Share This