All’interno di Abbracciamondo Festival 2021 è stata inserita la rassegna Limites: voci dai confini dell’Europa, un micro-festival interamente dedicato ai confini dell’Europa, dalla prospettiva di chi tenta di valicarli e da quella di chi deve proteggerli per adempiere alle leggi internazionali in vigore.

Si tratta di un progetto iniziato quasi due anni fa, in epoca pre-Covid, sospeso e rimandato a causa della pandemia. Nel mentre, il progetto è cresciuto e ha coinvolto molte realtà del territorio e non solo: promosso da K-Pax Onlus, Comunità Alloggio Casa Giona, Comune di Cedegolo, associazione Casa Panzerini, Gruppo Giovani Anpi di Vallecamonica, Cgil Vallecamonica-Sebino, Acli Vallecamonica, Sistema Accoglienza Integrazione di Breno, Sistema accoglienza Integrazione di Brescia.

Limites si terrà dall’1 al 4 settembre negli spazi del Musil, Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo.
“Si parlerà di Rotta Balcanica e di migrazioni forzate, di corridoi umanitari e di accordi per esternalizzare le frontiere, insieme a momenti di arte, cultura e spettacolo” spiega Carola Rizzi di K-Pax Onlus. L’apertura alle 20:30 di mercoledì 1 settembre con l’inaugurazione della mostra-installazione Panta Rei, alla presenza dei curatori Anna Clementi e Diego Saccora, dell’associazione Lungo la Rotta Balcanica. La mostra si compone di reperti e materiale raccolto negli anni di lavoro sul campo lungo la rotta balcanica e in particolar modo in Bosnia, punto nevralgico e snodo delle migrazioni verso l’Europa. Rimarrà aperta nei giorni successivi dalle 14:00 alle 19:00.

Giovedì 2 si prosegue alle 20:45 con lo spettacolo teatrale Welcome, di e con Beppe Casales. La chiusura sabato 4 Settembrecon una lunga serata che avrà inizio alle 18:00 con la tavola rotonda con Agostino Zanotti, Franco Valenti, Diego Saccora, Anna Clementi e Carlo Cominelli,dal titolo L’Europa dei Confini. Seguirà, dalle 21:00, il concerto di musica romanì Alexian Group, a cura di Santino Spinelli e della sua orchestra. Prevista in quest’occasione la possibilità di ristoro all’aperto con street food.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero e gratuito; per gli eventi che si terranno all’interno dello spazio museale (mostra, teatro e tavola rotonda) il Musil richiede il contributo di euro 3 al museo. Per l’accesso al festival è obbligatorio essere in possesso di Green pass rilasciato a mezzo vaccinazione o tampone, in conformità alla normativa vigente. Per gli eventi al chiuso è gradita e consigliata la prenotazione telefonica al numero 3291809944.

Share This