La Lombardia dal 1° febbraio torna ad essere zona gialla. Una notizia accolta con grande favore da tutti i lombardi, bresciani compresi, che non si trovavano in questa fascia -fatta eccezione per i giorni stabiliti dal Dpcm di Natale- da metà dicembre.

“Credo che sia un doveroso e giusto riconoscimento ai sacrifici compiuti in queste settimane”, ha commentato Attilio Fontana, governatore della Regione che ha confermato la notizia venerdì sera: il cambio colore arriva a solo una settimana dall’istituzione della zona arancione e non, come solitamente previsto, dopo due settimane.

🟡 Lombardia in zona gialla da domenica.

🟡 Lombardia in zona gialla.⚠️ A seguito di precisazione da parte del Ministero della Salute, l'ordinanza entrerà in vigore da LUNEDÌ e non da domenica come per le precedenti.

Posted by Attilio Fontana on Friday, January 29, 2021

Il Ministero ha infatti tenuto conto anche della settimana in cui la nostra Regione è finita per un errore di calcolo nella zona rossa. Nella zona gialla, oltre a potersi spostare all’interno della Regione dalle ore 05:00 alle 22:00, i bar e ristoranti possono tornare ad accogliere clienti al loro interno, ma fino alle ore 18:00; da quest’ora fino alle 22:00 è consentita la vendita da asporto.

I negozi possono essere aperti, nei centri commerciali la chiusura è prevista solo nei festivi e prefestivi (ad eccezione dei punti vendita alimentari, delle farmacie, delle parafarmacie, delle edicole e dei tabacchi). Non cambia nulla per le scuole, rispetto alla zona arancione: presenza al 100% per elementari e medie, al 50% ed in progressione al 75% per le superiori. Fontana ha però raccomandato a tutti di continuare a mantenere la massima prudenza nonostante il rallentamento delle restrizioni che prevede la fascia: il timore è che soprattutto nelle città si possa ripetere quanto accaduto la settimana prima di Natale, con le vie del centro prese d’assalto.

Share This