Regione Lombardia si conferma zona gialla. Questo grazie soprattutto all’indice di contagio Rt che è inferiore alla soglia limite di 1. Dai dati relativi alla settimana 8-14 febbraio, infatti, l’indice di contagio nella nostra regione è stato pari a 0,95. In dieci regioni e province autonome è invece sopra 1.

Un sospiro di sollievo, dunque, anche se i numeri relativi ai contagi da giorni sono elevati soprattutto nel bresciano. Questo, fortunatamente, non si traduce in un preoccupante aumento dei ricoveri in area medica e nelle terapie intensive.

Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ieri ha ringraziato i lombardi per il loro impegno dopo aver comunicato che la Lombardia poteva rimanere in zona gialla, ribadendo però la necessità di rivedere il metodo geografico dei colori, definendolo “una continua rincorsa del sali e scendi del virus che ci tiene in apprensione fino al venerdì pomeriggio di ogni settimana”. Secondo il Pirellone bisogna dare modo alle famiglie, alle imprese e alle attività commerciali di avere un più ampio respiro per poter organizzare le proprie attività.

Share This