Il 22 febbraio scorso, due giorni prima della decisione di Regione Lombardia di chiudere le scuole, a Lovere si era tenuto presso l’Accademia Tadini il primo incontro del ciclo “Santa Maria per Lovere, Lovere per Santa Maria”, dedicato a quinto centenario della consacrazione di Santa Maria in Valvendra.

A quell’incontro ne sarebbe dovuti seguire altri due in primavera, evidentemente annullati, ed altri tre in autunno, nello specifico il 19 settembre, il 24 ottobre ed il 14 novembre. Qualche giorno fa, però, è stato deciso di rinviare anche questi ultimi tre incontri alla prossima primavera.

Il motivo lo spiega Alex Pennacchio, sindaco di Lovere: “La particolare situazione che stiamo vivendo”, ha detto, “ci impone la massima cautela e prudenza, soprattutto nell’organizzazione di un evento che, visto il successo ottenuto dal primo incontro, richiamerebbe presso l’Accademia Tadini numerosi appassionati ed interessati da tutta la provincia, rendendo assai difficile il rispetto delle norme e delle prescrizioni per il contenimento della diffusione del Covid-19”.

Gli incontri pubblici che non si sono potuti tenere, quindi, saranno riprogrammati per la prossima primavera, contestualmente alla pubblicazione delle ricerche condotte dagli studiosi incaricati. Resta la possibilità di visitare, in autunno, Santa Maria, con il suo ricco patrimonio di arte e di storia.

Share This