Un insolito via vai dalla sua abitazione l’ha tradito: è così che, dopo alcune segnalazioni, un 30enne residente a Lozio e già noto alle forze dell’ordine è finito nei guai per produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti.

Da qualche giorno i carabinieri della Compagnia di Breno avevano iniziato a monitorare la casa del giovane, intervenendo dopo aver fermato una persona, residente a Cividate Camuno, che sostava davanti ad essa.

Scattata la perquisizione, il 30enne è stato tradito dal forte odore acre proveniente da una delle stanze, dove aveva nascosto una vera e propria serra, adibita alla coltivazione di venti piante di marijuana, con tanto di impianto di areazione, deumidificazione ed aspirazione.

La giustificazione secondo cui la droga serviva ad uso personale non è servita a molto. Il giovane è stato fermato: sottoposto a rito direttissimo, il Gip ha convalidato l’arresto.

Share This