A settembre del prossimo anno, dopo le vacanze estive, la scuola elementare di Lozio chiuderà. L’anno scorso, grazie all’impegno del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Cividate Camuno, la pluriclasse è riuscita a portare a termine l’anno, facendo concludere il ciclo a tre bambini.

Ora di bambini ne sono rimasti quattro, troppo pochi per garantire la riapertura della scuola: da qui, la decisione di chiudere. I giovani alunni si sposteranno a Malegno, tramite un servizio di scuolabus che sarà messo a disposizione dal Comune per l’andata, mentre al ritorno saranno accompagnati da un educatore alla fermata dell’autobus di linea.

La chiusura della scuola di Lozio è solo l’ultimo episodio che testimonia lo spopolamento della montagna: nel Comune dell’Altopiano del Sole, ad oggi, ci sono 280 residenti (una volta ce n’erano anche 1.500) ed i servizi sono essenziali, ovvero due negozi di alimentari ed una farmacia. Come altri paesi, Lozio si popola durante l’estate e le vacanze, ma questo non basta a garantire il futuro dei Comuni di montagne, sempre meno popolati.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This