Disco d’esordio di Lucia Miller un album di canzoni popolari in ambito folk-rock.

Bisogna dirlo, la Miller gode della collaborazione di uno dei nostri migliori artisti suo marito Massimo Bubola, le canzoni infatti sono state scritte, arrangiate, prodotte dal cantautore veronese per essere interpretate con la delicatezza femminile. Lucia Miller le canta con grande passione, eleganza e personalità , liriche di spessore con riferimenti alla storia, il suono è affidato a bravi musicisti  (Eccher band) come Enrico Mantovani (chitarre elettriche ed acustiche, mandolino, pedal steel, banjo, cori) e Alessandro Formenti (basso elettrico ed acustico, contrabbasso), oltre a Virginio Bellingardo (batteria e percussioni), Thomas Sinigaglia (pianoforte, organo hammond e fisarmonica), Mauro Ottolini (tromba, trombone, flicorno, tromba bassa, tin whistle) e Maria Alberti (cori).

Tutto inizia quando Lucia incontra Massimo Bubola e nasce una collaborazione artistica, la Miller entra a far parte della sua Eccher Band come voce femminile, un sodalizio che dura ormai da tanti anni e che giunge a questo disco dedicato alle figure femminili che nella storia e nella letteratura sono state esempi significativi nel lungo percorso dell’emancipazione e dei diritti delle donne.

“Lampi nella pianura”, un modo per guardare al passato e trovare il presente.

Share This