L’attenzione del Comune di Malegno verso i suoi abitanti più piccoli si rafforza con una nuova iniziativa, attiva dal primo settembre scorso, quando è stato aperto il Micronido “Sorrisi e coccole” dell’Associazione genitori “Marianna Vertua”, destinato ai bambini dagli 0 ai 24 mesi.

Il micronido, che ospita fino a dieci bambini, si trova negli spazi del Centro di Comunità “Ales Domenighini” e va a completare un’offerta in paese che si rivolge ai bambini e ragazzi dai 0 ai 14 anni e che include la sezione Primavera dell’asilo (per bambini dai 24 ai 36 mesi), la scuola dell’infanzia ed il doposcuola con mensa per gli studenti delle elementari e delle medie.

#bambinialcentroEhi, l'avete vista la nostra pagina Instragram?! 📢😎📲Link: https://www.instagram.com/malegno_comunita_educa/?hl=it

Pubblicato da Malegno Comunità che Educa su Giovedì 3 ottobre 2019

L’inaugurazione dei micronido è stata affiancata anche alla formazione dell’associazione “Malegno comunità che educa”. Un progetto frutto di “un lungo lavoro di rete tra le agenzie educative presenti in paese e nel territorio”, ha spiegato Paolo Erba, sindaco di Malegno, “hanno aderito il Comune, l’Istituto Comprensivo G. Bonafini, l’associazione genitori Marianna Vertua che gestisce la scuola dell’Infanzia, la Cooperativa Arcobaleno con la sua unità operativa Casa del Fanciullo, il Sol.co Camunia, la Fondazione Musil e la Pia Fondazione”.

L’associazione, il cui presidente indicato è Dario Pezzoni, mentre Chiara Bertoletti è alla vicepresidenza, è stata possibile grazie ai fondi ricevuti dal bando della Fondazione Cariplo che l’Associazione Comuni Virtuosi, di cui Malegno fa parte, ha vinto. Sarà presentata domenica, in occasione di “De Gustibus”, la festa che si terrà per le vie del paese, mentre martedì ci sarà il primo appuntamento di un percorso per genitori ed educatori gestito da Massimo Serra, formatore conosciuto in tutto il Bresciano.

Share This