Potrebbe essere stato un traliccio dell’alta tensione di Terna presente in zona, i cui cavi avrebbero toccato la cima di un albero, facendo scoccare una scintilla che ha bruciato la pianta, la causa dell’incendio divampato nei boschi di Malonno ieri mattina attorno alle 11:00.

La zona è quella di località Miravalle, sopra la zona industriale del paese. Qui è stato avvistato del fumo che ha subito allertato i volontari dell’antincendio AIB della protezione civile di Sonico e di Malonno, i vigili del fuoco di Edolo e di Breno e i carabinieri forestali. Difficile l’intervento, da svolgersi esclusivamente a terra proprio per la presenza di tre linee elettriche. Il rogo è stato domato e il bilancio finale parla di circa cinque mila mq di bosco divorati.

Il sindaco Giovanni Ghirardi ha incontrato il personale di Enel e Terna e sono in corso indagini da parte dell’ente preposto per capire le cause. L’episodio ricorda quello accaduto a febbraio a Berzo Demo, nei boschi nei pressi di Forno Allione, che causò ingenti danni alla vegetazione e un enorme dispiegamento di forze per giorni.
(foto d’archivio)

Share This