A Malonno sabato mattina da una delle aziende dell’area industriale si è sprigionato un liquido nero che è finito in un piccolo fiume che alimenta, poco distante, il laghetto azzurro, luogo frequentato dagli appassionati di pesca, nei pressi del campo sportivo.

Stando a quanto ricostruito dai tecnici dell’Arpa di Brescia e alle testimonianze raccolte, lo sversamento potrebbe essere avvenuto intorno alle 8:00. È impossibile stabilire la fonte dello sversamento, ma sono stati prelevati campioni del liquido per le analisi di laboratorio.

Al contempo l’Arpa ha disposto, in collaborazione con i Carabinieri forestali e l’Ufficio tecnico del Comune di Malonno, le indagini per individuare i responsabili. Il Comune ha dovuto fornire i dati per identificare le aziende della zona al fine di poter confrontare il tipo di lavorazione con i risultati delle analisi, pronti tra un paio di settimane.

I pescatori possono stare tranquilli: nel laghetto in questo periodo non sono presenti pesci e il loro habitat, una volta ripulito, tornerà ad accoglierli.

Share This