Continua a piovere in Vallecamonica, dove da domenica la Protezione Civile ha elevato il livello di criticità a codice rosso.

 

Numerosi i paesi in cui l’Oglio, in poche ore cresciuto di tre metri, sta facendo paura, soprattutto in alta Vallecamonica. La situazione più grave a Vione, dove sabato notte una colata detritica dal torrente Valucla ha interrotto la strada che porta alle malghe, poi la ciclabile Carolingia, la provinciale e la Statale 42.

Nel pomeriggio di domenica un altro distacco ha costretto l’Anas ed i volontari a monitorare la situazione. Ad Edolo, invece, uno smottamento dal monte Faeto ha fatto cadere della terra in una vasca dell’acquedotto comunale, rendendo l’acqua al suo interno non usufruibile e costringendo il Comune ad emanare un’ordinanza di divieto di consumo durata un paio d’ore. Piccoli smottamenti anche a Forno Allione, dove il materiale franato è caduto in un canale accanto alla ferrovia, allagando i binari e costringendo i treni a passare a velocità ridotta.

Allerta anche a Berzo Inferiore, per due piccoli smottamenti sulla strada Berzo-Zuvolo, ripulita grazie al lavoro dei volontari per permettere il transito delle venti persone ancora presenti a Zuvolo in occasione della festa di chiusura della stagione del rifugio. Nel pomeriggio di domenica disagi anche a Sonico, dove un masso è caduto sulla Statale 42, richiedendo l’intervento di tre squadre dei Vigili del Fuoco volontari per rimuoverlo e far passare un’auto che scendeva dal rifugio Premassone.

Situazione sotto stretto controllo anche nel resto della media Vallecamonica, con il fiume Oglio minaccioso nei numerosi paesi che attraversa, come Breno, dove il fiume ha allagato la pista ciclabile, e Darfo, dove i Vigili del Fuoco hanno dovuto rimandare per il forte maltempo l’intervento di disostruzione dell’alveo, rimuovendo alcuni tronchi in prossimità del ponte per Corna. Osservati speciali anche i corsi d’acqua che alimentano l’Oglio, come il Grigna ed il Dezzo, che stanno trascinando tronchi. 

La Protezione Civile continua a monitorare la situazione, in costante contatto con i vari Comuni. Il maltempo ha anche portato ben 20 centimetri di neve al Tonale e più di mezzo metro al Passo Presena. Occhi puntati sulle previsioni meteo delle prossime ore, che vedono ancora la presenza di perturbazioni su tutta la Lombardia.

[Foto da pagina Facebook del Comune di Berzo Inferiore]

Share This