Il malcontento era celato da tempo e si è fatto vedere ieri sera, quando la Curva Nord del Brescia ha manifestato sotto la sede di via Solferino della società guidata da Massimo Cellino.

Già sabato, dopo la quarta sconfitta consecutiva ad Ascoli era tanta la delusione dei tifosi delle Rondinelle, che però attendevano le mosse sul mercato per valutare le intenzioni della società dopo le pesanti cessioni già di Torregrossa e Sabelli. Non è bastato il tris di acquisti Pajac-Ninkovic-Pandolfi, giudicati insufficienti: c’è la paura, dopo il salto in A e il tonfo in B, di finire in C.

Ecco che, per la prima volta, a 3 anni e mezzo dal suo insediamento, Massimo Cellino è finito nel mirino di circa 250 tifosi, che sono scesi in strada in modo ordinato con uno striscione: “Cellino, set dré a fà?! Vogliamo serietà, chiarezza e rispetto per questa città”. A vigilare gli agenti della Questura e della Polizia locale. Dopo mezz’ora la manifestazione è finita e la dirigenza non ha interloquito con i tifosi.

Share This