Non solo ‘città dell’olio’: Marone vuole costruire anche la ‘strada dell’olio’.

 

L’idea è di Mauro Zanotti, assessore ai Lavori Pubblici ed all’Agricoltura, ed ha già trovato il consenso della Regione, che stanzierà 42mila euro, così come il Comune. Il progetto prevede il recupero di vecchi sentieri e la realizzazione di nuovi, per creare un percorso che parta dalla rotatoria costruita intorno al monumento al frantoio, sul confine con Sale Marasino, e che salga sul monte passando sia per le 12 aziende agricole del paese, sia per le zone ad uliveto che si trovano di fronte al lago.

L’arrivo del percorso è previsto a Vello in una zona panoramica fino a oggi inaccessibile e sconosciuta al pubblico, sulle cascine e sull’uliveto che sovrasta Iseo. Il Comune ha già avviato uno studio di fattibilità con i tecnici della Sebinfor, il consorzio forestale del Sebino bresciano partecipato dalla Comunità montana e da nove Comuni del lago: i fondi della Regione dovranno essere utilizzati entro luglio del 2019, quindi la ‘strada dell’olio’ dovrà essere pronta per la prossima estate.

Share This