Bisognerà aspettare almeno due settimane per vedere riaperta la strada tra Marone e Vello.

Così ha stabilito il sopralluogo del geologo incaricato dalla Provincia.

L’ordinanza è stata pubblicata sul sito dell’amministrazione provinciale e indica il 18 febbraio come data per la riapertura alla viabilità.

Il crollo di venerdì notte dalla volta rocciosa sopra la porzione di strada tra le due piccole gallerie potrebbe precedere un distacco più ampio.

Per questo servono nuove valutazioni, oltre a opere per la messa in sicurezza, per il disgaggio del versante e per la posa di reti paramassi, tutte opere a carico del Broletto.

La strada rimarrà chiusa al traffico nei due sensi, un disagio soprattutto per gli abitanti di Vello: per raggiungere Marone saranno costretti a transitare sulla Provinciale 510, uscire allo svincolo di Collepiano, e ridiscendere la collina alle spalle del capoluogo per giungere in centro. Stessa situazione per chi, percorrendo la rivierasca volesse proseguire verso la Vallecamonica: la strada si interrompe proprio all’imbocco della Galleria Marone, quindi gli automobilisti dovranno risalire verso Ariolo e Collepiano, per poi entrare in superstrada ed uscire poco dopo l’abitato di Vello.

Share This