Sono 9mila gli studenti bresciani che da oggi si apprestano ad affrontare l’esame di maturità. Un esame che, al tempo del Coronavirus, è stato stravolto nelle sue modalità di svolgimento: annullati gli scritti, ogni candidato (massimo cinque al giorno) deve affrontare una prova orale della durata di un’ora, durante cui sarà affrontata una discussione su un elaborato legato alle materie d’indirizzo, concordato con i docenti e consegnato nei giorni scorsi per via telematica.

Prevista poi l’analisi di un testo di lingua e letteratura italiana ed una discussione interdisciplinare, con riferimenti alle esperienze di alternanza e sulle conoscenze in materia di Cittadinanza e Costituzione. 40 il massimo di punteggio che gli studenti potranno ottenere dal colloquio; 60, invece, il massimo che potranno avere dai crediti raccolti durante il loro percorso di studi.

I 144 istituti bresciani sono pronti ad accogliere anche le 237 commissioni d’esame, la cui definizione del presidente esterno si è rivelata difficoltosa ma è stata portata a termine grazie a ricercatori e docenti universitari. Immancabili le regole anti-Covid: gli studenti dovranno recarsi a scuola con massimo dieci minuti di anticipo, penna propria e mascherina; le scuole, invece, sono state dotate di igienizzanti, guanti, rotolo di carta e mascherine; inoltre sono state predisposte postazioni specifiche per rispettare, sia da parte degli studenti che dei membri della commissione, la distanza interpersonale di sicurezza.

Share This