Un cittadino di origini egiziane di 24 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Piancogno con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali: i militari sono intervenuti a casa della sua ragazza di 21 anni, che aveva aggredito in piena notte, mentre dormiva.

L’uomo, alterato dall’alcol, si è avvicinato al letto e l’ha afferrata violentemente al collo. La ragazza, colta nel sonno, con non poche difficoltà è riuscita a liberarsi dalla presa e ha contattato al telefono la mamma, chiedendo aiuto.

Compresa la gravità della vicenda, la donna ha subito allertato il 112 e sul posto sono intervenuti i Carabinieri. La giovane, scossa e impaurita, è stata accompagnata in ospedale per essere visitata. Ai militari ha denunciato che non era la prima volta che veniva picchiata per futili motivi, soprattutto perché il compagno era molto geloso e la sua aggressività diventava incontrollabile ogni qualvolta abusava di alcol.

Tali comportamenti stavano diventando troppo frequenti nelle ultime settimane. Al termine degli accertamenti, l’egiziano è stato tratto in arresto per maltrattamenti e lesioni personali aggravate dalla relazione sentimentale con la vittima. Il Giudice del Tribunale di Brescia ha convalidato la misura e ha disposto nei confronti del 24enne la custodia cautelare in carcere.

Share This