Non sono gravi le condizioni di Romano Ghirardelli, marito di Marzia Colosio, la donna di 48 anni di Predore morta per meningite dieci giorni fa e colpito dalla stessa patologia.

L’uomo, muratore di 54 anni da poco ripresosi da un’altra malattia, è ricoverato a Bergamo: la profilassi antibiotica precauzionale a cui è stato sottoposto è servita ad evitare che il batterio lo colpisse più aggressivamente. Già attivate le operazioni di profilassi da parte dell’Ats di Bergamo nei confronti dei suoi contatti più stretti.

Intanto, Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare, conferma che nei primi quattro casi riscontrati il genotipo del batterio era lo stesso: una notizia che rafforza la bontà della decisione di procedere con la vaccinazione a tutta la popolazione della zona.

Una procedura che prosegue in questi giorni: dopo gli ambulatori straordinari attivati durante le feste, è toccato alle scuole superiori ed alle ditte del territorio, ma anche i medici di base sono coinvolti. Ad oggi, sono 20.143 le persone vaccinate.

Share This