Manca esattamente una settimana alle elezioni amministrative.

A Borno si sceglierà tra tre candidati: il sindaco uscente Vera Magnolini si ripresenta con la lista “Per il bene di Borno” e una squadra in parte rinnovata;  l’imprenditore Matteo Rivadossi, presidente dimissionario della società Funivia, alla guida di “SiAmo Borno” e il farmacista Giuseppe Venturelli, con la lista “Noi Borno”.

A Berzo Inferiore, quando per il sindaco uscente Ruggero Bontempi si profilava ormai una corsa in solitaria, si è fatto avanti un candidato a sorpresa, Walter Bianchi, con la lista “Grande Nord”. Non residente, da un lato rende un po’ più semplice l’impresa a Bontempi, che non ha più lo spettro del quorum da affrontare, ma al contempo riapre il dibattito su alcuni temi cari al paese della Valgrigna.

A Malonno, Comune al momento commissariato in seguito alle dimissioni del sindaco Stefano Gelmi – indagato per illeciti nell’assegnazione degli appalti comunali – c’è desiderio di cambiamento. Due i candidati: Katia Bona, insegnante 45enne – con la lista civica “Insieme per Malonno” composta da cinque uomini e cinque donne – e Giovanni Ghirardi, 34anni, geologo che viene dal mondo dell’associazionismo sportivo, con la lista “Malonno viva”.

Infine c’è Pontedilegno, dove c’è una sola lista e tutto dipende esclusivamente dal quorum. Significa che Ivan Faustinelli sarà proclamato sindaco se avrà ottenuto un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti ed il numero dei votanti non sia stato inferiore al 50 per cento degli elettori iscritti nelle liste elettorali del comune. Faustinelli è stato vicesindaco in questo quinquennio, in cui a guidare il paese dell’alata Valle è stata Aurelia Sandrini, che non si ricandida.

Share This