Nuovo contratto aziendale alla Metalcam di Breno, del gruppo Carlo Tassara, specializzata nella produzione di forgiati a disegno in acciai di alta qualità che occupa 203 addetti: l’intesa, dopo le assemblee con i lavoratori, è stata siglata con la controparte da Fim-Cisl di Brescia, Fiom-Cgil Vallecamonica-Sebino con le rispettive Rsu.

Valido nel periodo 2020-2022, l’accordo, nei vari punti, prevede la puntuale informazione sulla situazione di mercato, investimenti e produzione, la sistemazione del parcheggio esterno per i dipendenti e l’istituzione di una Commissione mensa per il monitoraggio del servizio offerto.

Definiti anche l’aumento dei premi al disagio per i turni di lavoro notturno tra sabato e domenica, per quelli occasionali di domenica e per l’attività nei festivi nei reparti del trattamento termico ed elettricisti.

Inoltre, oltre alla conferma dei benefici economici in essere, le parti hanno concordato un nuovo premio di Risultato, variabile, che a regime nei prossimi tre anni potrà erogare fino a 800 euro: è basato su indici di redditività, produttività delle tonnellate in acciaieria e delle ore lavorate dagli impianti presse in forgia, tutti con un’incidenza pari al 30% del premio, mentre il restante 10% sarà determinato da un indicatore di qualità (scarti).

Prevista pure la possibilità, su scelta individuale dei lavoratori, di welfarizzare una parte del Premio: per questo obiettivo l’azienda presenterà una piattaforma informatica dedicata.

La Fim di Brescia e i suoi delegati, in una nota, esprimono soddisfazione per il risultato ottenuto, dopo anni in cui a causa della crisi non è stato possibile il rinnovo del contratto.

Share This