Un uomo di 62 anni di Sulzano –già agli arresti domiciliari– è finito in carcere dopo aver aggredito verbalmente il sindaco di Sulzano e i carabinieri. Ben noto alle Forze dell’Ordine, l’uomo, dopo aver scoperto che gli era stata sospesa la consegna dei pasti a domicilio da parte del Comune di Sulzano perché non pagava il servizio, ha preso il telefono ed chiamato Paola Pezzotti, primo cittadino del Comune lacustre, lasciandosi andare a pesanti minacce, sia verso di lei che verso i carabinieri di Chiari.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria mercoledì l’uomo è stato raggiunto dai carabinieri di Marone, che lo hanno portato in carcere. Come detto, il 62enne stava già scontando i domiciliari: poco più di un mese fa era stato infatti arrestato perché si era rifiutavo di pagare un pasto che aveva consumato con un amico in un ristorante.

Share This