Via libera dalla Giunta di Regione Lombardia allo stanziamento di nuove risorse regionali – 150 milioni – per il Piano 2022, necessarie per programmare lavori di mitigazione sul territorio. Inoltre, ulteriori 74 milioni di euro saranno disponibili, entro il mese di giugno, per i territori lombardi colpiti da alluvioni: i fondi verranno attribuiti a Regione Lombardia nell’ambito del PNRR, per realizzare altri 128 interventi.

In provincia di Brescia arriveranno più di 18 milioni di euro per 24 interventi, con una particolare attenzione per la Vallecamonica, dove i territori sono tanto belli quanto fragili e le conseguenze si fanno spesso sentire, anche alla luce dei cambiamenti climatici e dei fenomeni atmosferici violenti che si stanno registrando con frequenza.

Il Comune che riceverà lo stanziamento più consistente è Corteno Golgi, che venne colpito nell’ottobre 2020 da una violenta alluvione e al quale venne riconosciuto lo stato di emergenza. Si attendono 2,5 milioni di euro per il ripristino dell’arginatura in sinistra idraulica della Valle di Sant’Antonio.

Altre zone colpite, la scorsa estate, da bombe d’acqua e dissesto (foto), furono quelle di Monno, Incudine ed Edolo: qui arriveranno 1,1 milioni per le opere di regimazione idraulica nel tratto di confluenza della Val Finale nel fiume Oglio e la realizzazione di aree di accumulo/laminazione della Val Finale. Stanziati 600mila euro per opere per la mitigazione del rischio idraulico sull’Ogliolo di località Iscla, 700mila euro per le opere di regimazione idraulica della Val Dorena e dell’Ogliolo di Monno, e altri 700 mila per il completamento delle opere di sistemazione del versante della frana del Picé.

Sempre in alta Valle, nei Comuni di Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine si potrà provvedere alla mitigazione del rischio idraulico lungo il tratto superiore dell’asta del fiume Oglio, poiché l’Unione dei Comuni dell’alta Vallecamonica riceverà 2,5 milioni di euro.

Inoltre per il Comune di Vione sono stati stanziati 1,180 milioni di euro per gli interventi di stabilizzazione del versante sinistro della Valle di Vallaro e consolidamento dell’alveo del torrente.

E ancora: a Sonico 80mila euro per interventi di manutenzione straordinaria dell’alveo del torrente Remulo; a Cedegolo 395mila euro per la regimazione idraulica del reticolo idrografico della Valle di Muralto e sistemazione dei versanti della frazione Grevo; a Bienno 150mila euro per gli interventi di manutenzione straordinaria dei corsi d’acqua appartenenti al Reticolo idrico Principale della media e bassa Valle.

Finanziati inoltre sul lago interventi di manutenzione straordinaria dei corsi d’acqua appartenenti al RIP afferenti al Sebino, nei Comuni di Marone e Iseo per 400mila euro, opere per la messa in sicurezza della scarpata rocciosa sita in località San Carlo di Pontasio di Pisogne per 180mila euro, a Provaglio di Iseo oltre 1,2 milioni di euro.

Share This