E’ partito da Montecchio di Darfo il corteo che ha accompagnato, martedì pomeriggio, la salma di Anas El Yahyaoui Drissi a Colognola, nella Bergamasca, dove si è tenuto il rito funebre e poi la sepoltura nel cimitero islamico.

Il 24enne è morto venerdì pomeriggio a Boario, in un incidente stradale avvenuto in via Roccole: il giovane era in sella al suo scooter quando ha cercato di evitare un’auto guidata da una turista 55enne che stava svoltando all’interno di un hotel.

Ieri, nella frazione di Darfo dove la madre del giovane ha appena acquistato casa, c’erano davvero numerosi giovani, tutti amici di “Enes”, che hanno così voluto tributargli l’ultimo saluto, anche con uno striscione, appeso fuori dalla sua casa, dove si è tenuto –nel rispetto della tradizione islamica- un convivio aperto ai presenti. La Procura, intanto, ha aperto un fascicolo per omicidio stradale, mentre i carabinieri di Darfo e Breno indagano per chiarire le dinamiche di quanto accaduto.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This