Si è svolto sabato il Raduno sezionale dell’Ana di Valcamonica, che ogni anno alla fine del mese di giugno richiama tutte le penne nere camune al Montozzo, quest’anno ancor più significativo e toccante perchè inserito nel programma di celebrazioni per il centenario.

Circa 300 tra alpini ed escursionisti hanno partecipato alla messa, concelebrata dal cappellano delle truppe alpine don Massimo Gelmi e da don Antonio Leoncelli, parroco di Pezzo, e accompagnata dal coro Ana di Valcamonica. La tradizionale celebrazione nella conca si è arricchita delle voci dalle trincee, brani tratti dagli scritti del capitano Dante Belotti, di Cesare Battisti e di Carlo Emilio Gadda, selezionati dal maestro del coro Francesco Gheza e alternati a canti alpini.

Il presidente della sezione Ana camuna Mario Sala ha parlato dell’orgoglio di trovarsi così numerosi in uno di quei luoghi che dà la carica per continuare ad essere alpini. A rappresentare l’associazione nazionale c’era l’ex presidente della sezione di Bergamo e consigliere nazionale Carlo Macalli, il quale al termine del suo intervento ha invitato i presenti a tributare un minuto di silenzio ai militari morti sulle vette.

Gli alpini camuni si apprestano ora a vivere il 55esimo Pellegrinaggio in Adamello, in programma il 27, 28 e 29 luglio.

Share This