La seconda vita di Nadia Fanchini si svolge tra le aule di tribunale. La campionessa di Montecampione, che ad aprile di quest’anno ha annunciato insieme alla sorella Elena l’addio all’attività agonistica, non è rimasta con le mani in mano. Fanchini è infatti appuntato scelto della Guardia di Finanza, per cui lavora a Brescia.

L’ex atleta, madre da quasi un anno del piccolo Alessandro, si divide tra il Comando Provinciale delle Fiamme Gialle e l’Ufficio Intercettazioni del Palazzo di Giustizia. Il suo compito è tanto semplice quanto importante: deve tradurre dal dialetto bresciano all’italiano le intercettazioni ambientali e telefoniche che potrebbero risultare di difficile comprensione per i magistrati provenienti da fuori.

Un compito non affatto difficile per Nadia, che ha sempre rivendicato con orgoglio le proprie origini camune e bresciane e che il dialetto lo ha sempre parlato. Tra le aule di Tribunale Fanchini ha anche ritrovato una amica ed ex “collega”, ovvero Daniela Merighetti: anche lei appuntato scelto, lavora in Procura Generale, nel gruppo di Guido Rispoli.

Share This