E’ stato il piazzale della Nk di Nadro di Ceto il luogo dove, lunedì pomeriggio intorno alle 18:30, un discreto numero di persone si è riunito per assistere alla messa celebrata da don Pierangelo Pedersoli, parroco di Ceto e Nadro, per tutti i disoccupati della Vallecamonica.

 

Una scelta non casuale, dal momento che dalla settimana scorsa Delia Bonomi, ex dipendente dell’azienda, ed altre tre sue colleghe, stanno manifestando per chiedere alle istituzioni una maggiore attenzione sul caso della Nk, chiusa ormai da due anni, e su quello della disoccupazione in tutta la Vallecamonica.

Nell’omelia, il parroco ha fatto rimando alle parole di Papa Francesco ed alla figura di San Giuseppe Lavoratore, soffermandosi sull’importanza del lavoro per la dignità. Le donne che stanno presidiando i cancelli dell’azienda hanno anche letto delle preghiere rivolte a loro ed a chi si trova nelle loro condizioni. Presenti alla messa anche Francesco Manella, sindaco di Capo di Ponte, Marina Lanzetti, primo cittadino di Ceto e Gabriele Prandini, sindaco di Braone.

Numerose le persone che, in questa settimana, hanno espresso la loro solidarietà verso le tre donne. Tra loro, anche alcuni esponenti di enti e sindacati, a cui ora spetta il compito di trovare una risposta da dare alla Bonomi ma anche a tutte le persone che come lei chiedono di essere ascoltate. Per questo, mercoledì si terrà in Comunità montana un tavolo dedicato proprio al tema della disoccupazione, a cui parteciperanno anche i sindacati.

Share This