La riduzione dei passeggeri, a seguito dell’ingresso della nostra regione in zona prima arancione e poi rossa, è arrivata fino al 98% e ha spinto la Navigazione Lago d’Iseo a rimodulare le proprie corse. In particolare, fa sapere la società, dal 6 aprile saranno sospese le corse della linea “Iseo-Monte Isola-Tavernola Bergamasca”.

In tutto, nove corse nei giorni feriali ed otto in quelli festivi. Resteranno comunque attivi e si svolgeranno regolarmente con le consuete modalità i servizi di collegamento tra Sulzano e Peschiera Maraglio (74 corse andata e ritorno al giorno), Sale Marasino e Carzano (57 corse andata e ritorno al giorno) e tra Sale Marasino e Siviano (6 corse a chiamata andata e ritorno al giorno) garantiti 24 h su 24.

“La riduzione del servizio erogato”, fa sapere Giuseppe Faccanoni, presidente della società, “è strettamente connessa alle limitazioni alla mobilità imposte a livello istituzionale. La Società si augura di poter quanto prima ripristinare il servizio nel pieno della sua potenzialità, evento conseguente al termine del periodo emergenziale in vigore”.

“Si tratta di un provvedimento che non assicura i servizi minimi previsti dalla Regione e che l’emergenza Covid 19 non giustifica. I tagli colpiscono in particolare i residenti di Siviano e Sensole che si trovano senza collegamenti diretti con Tavernola, Sulzano ed Iseo” commenta Legambiente Basso Sebino in una nota. “Andrebbe chiarito se la scelta è stata condivisa con la Regione e con i Comuni del lago” precisano gli ambientalisti aggiungendo: “E’ sbagliato mettere in cassa integrazione 9 addetti, con la cassa Covid statale, per conseguire solo esigui risparmi del carburante”. Per assicurare almeno due corse giornaliere, di andata e ritorno, con Sensole e Siviano, senza far uscire appositamente un battello, Legambiente propone di utilizzare quello già in servizio tra Sulzano e Peschiera.

Share This