La situazione di allarme prima e di preallarme poi creata dal movimento franoso del Monte Saresano a Tavernola Bergamasca ha spinto la Navigazione Lago d’Iseo a risolvere il problema della presenza, lungo il Sebino, di “punti bui”, ovvero privi di segnale radio.

Essendo l’area di Tavernola proprio una di queste aree con scarso segnale, la società ha deciso di attivarsi per rinnovare il sistema radio della propria flotta. Così, grazie ad un contributo regionale 70mila euro, sono state sostituite tutte le apparecchiature.

Non solo: è stato raggiunto anche un accordo con Areu tramite cui, in caso di emergenza o calamità, il sistema radio della Navigazione Lago d’Iseo potrà utilizzare il canale diretto radio tetra regionale digitale. Un miglioramento del sistema di sicurezza necessario, considerato l’aumento dei turisti sul lago d’Iseo: ora le flotte potranno non solo comunicare tra di loro, ma anche con l’esterno per chiamare soccorso, avvertire Areu o i gruppi di soccorso, nella speranza, ovviamente, che non ce ne sia bisogno.

Share This