Ben lontani dai numeri dello scorso anno ma in ripresa rispetto al periodo del lockdown. Il calo di passeggeri sulle tratte della Navigazione Lago d’Iseo nel bimestre luglio-agosto resta importante e si attesta al 26,4%, comunque in aumento rispetto al periodo marzo-giugno, in cui si è registrato un calo medio pari al 68,0% con picco del 92,1% ad aprile, quando non ci si poteva muovere di casa.

In questa estate anomala, in particolare, è venuto meno il flusso turistico straniero. Inoltre a giugno e luglio i battelli hanno viaggiato con una capienza pari al 50% della loro portata complessiva; fino a lunedì scorso, hanno potuto riempire tutti i posti a sedere e il 25% dei posti in piedi. Ora, come per tutti gli altri mezzi di trasporto pubblico, possono caricare passeggeri fino all’80% della propria portata massima.

Ma nel 2020, come ha confermato anche Diego Invernici, vicepresidente della società che per conto di Regione Lombardia gestisce il servizio di trasporto pubblico sul Sebino, il bilancio sarà certamente in rosso. Ad oggi, sul fronte dei ricavi NLI ha registrato un calo del 48% rispetto ai primi 8 mesi del 2019.

Da lunedì, primo giorno di scuola, a domenica 11 ottobre, i battelli della Navigazione Lago d’Iseo viaggeranno in base all’orario autunnale, che prevede le corse su misura per gli orari scolastici degli istituti di Tavernola, Predore, Sale Marasino, Sulzano, Iseo e Monte Isola e per quelli di Lovere e Pisogne. L’orario feriale autunnale prevede corse aggiuntive il sabato con collegamenti tra tutte le località lacustri e corse serali tra Iseo e Monte Isola, mentre di domenica verrà prorogato l’orario festivo estivo in modo da soddisfare le richieste dei turisti.

Gli orari sono consultabili sul sito www.navigazionelagoiseo.it e la società raccomanda ai viaggiatori, specie nei giorni festivi, di sfruttare il servizio on line per l’acquisto dei biglietti evitando code e assembramenti sui pontili.

Share This