Ieri i nuovi positivi nel Bresciano sono stati 644, erano 467 sabato. Il totale da inizio mese arriva quindi a quota 7.532 nella nostra provincia.

Quanto alla Vallecamonica, in attesa dei numeri di sabato, domenica e lunedì, emerge che anche Losine e Cevo, paesi camuni Covid free da più di 180 giorni, ovvero 6 mesi, hanno dovuto azzerare tutto e tornare a contare i contagi: 2 per Losine e 1 per Cevo.

Nessun paese della Vallecamonica è stato dunque risparmiato dalla seconda ondata, con numeri abbastanza alti rispetto all’attuale media a Darfo, Pisogne, Piancamuno, Breno, Malegno, Capo di Ponte, Sellero e Malonno.

E’ delle ultime ore la notizia della scoperta fatta in seguito a una ricerca dell’Istituto dei tumori di Milano e dell’Università di Siena: in Italia il coronavirus circolava già da settembre 2019. Dunque ben prima di febbraio, ma anche prima di dicembre, come indicato dallo studio dell’Istituto superiore di sanità sulle acque reflue di Milano e Torino. La dimostrazione arriva dalle analisi di campioni di sangue prelevati tra settembre 2019 e marzo 2020 ai partecipanti ad uno screening sul tumore al polmone. Nell’11,6% dei campioni i ricercatori hanno trovato gli anticorpi al SarsCov2, di cui il 14% già a settembre.

Share This