Il maltempo torna a preoccupare Niardo: solo a poche ore dalla decisione di riaprire anche il secondo tratto di ex Statale che era chiuso da quasi due settimane e che in questi giorni è stato ripulito dal fango e dai detriti, un nuovo allarme è scattato lunedì sera, a causa di un nuovo temporale, la cui intensità ha spinto il Comune a prendere provvedimenti.

Così Carlo Sacristani, sindaco del paese, ha invitato i residenti delle località Crist e Brendibusio lungo via Nazionale a recarsi nei piani superiori delle loro abitazioni e a non uscire di casa, in vista di possibili nuovi allagamenti. L’allarme è scattato a causa di un grosso masso che ha ostruito il torrente Re nei pressi del ponte in località Brendibusio.

Da qui la decisione di richiudere il tratto di ex Statale riaperto nel pomeriggio di lunedì: Vigili del Fuoco e soccorritori hanno monitorato la situazione per tutta la notte, durante cui alcune piene ed ondate sono state tenute sotto controllo: non ci sono stati nuovi allagamenti, ma l’alveo del torrente si è riempito di altri detriti. Si rende quindi necessaria la pulizia immediata del Re e del Cobello, ma l’organizzazione del Comune e della Protezione Civile ieri sera ha funzionato e permesso di evitare nuove situazioni di pericolo.

[Foto da Giornale di Brescia]

Share This