Tra i primi venti Comuni del Bresciano che nelle ultime due settimane hanno subìto un’incidenza maggiore del virus all’interno della popolazione sei si trovano in Vallecamonica. Sono Niardo, Temù, Paisco Loveno, Cedegolo, Saviore dell’Adamello e Vezza d’Oglio a cui si aggiunge, sul lago d’Iseo, Monte Isola.

Particolarmente colpito il territorio di Niardo, dove in quindici giorni si sono registrati ben trentuno nuovi casi: la situazione era stata segnalata a fine gennaio da Carlo Sacristani, primo cittadino del paese, che sottolineava però che la gran parte dei contagiati erano circoscritti a pochi nuclei familiari. La situazione è in netto miglioramento, tant’è che ad aumentare, ora, sono i guariti (solo cinque nella giornata di martedì).

Situazione in miglioramento anche a Temù (dove ci sono stati quindici casi in due settimane), che nelle settimane scorse si era visto chiudere la scuola materna e l’elementare: delle classi in quarantena tutte, tranne una, sono tornate in aula.

Aggiornamento covid-19:Di seguito i dati per la giornata odierna, 9 febbraio, pubblicati dall'Ats della Montagna…

Posted by Elena Broggi on Tuesday, February 9, 2021

Tra i sei Comuni sopra citati, infine, non rientra Ono San Pietro, dove il peggio è fortunatamente passato: Elena Broggi, primo cittadino del paese, segnala infatti che le persone positive, martedì, erano tre, mentre una quella in isolamento. Anche in questo caso aumentano i guariti.

Share This