La panchina su cui erano soliti sedersi e chiacchierare dopo pranzo è ancora lì, a Niardo, lungo la strada intercomunale che collega il paese a Braone. Ora che Domenico e Battista Bondioni non ci sono più, su quella seduta c’è una targhetta in loro ricordo.

I due, consuoceri ed amici ultraottantenni, sono scomparsi di recente, ma le famiglie hanno voluto che il loro ricordo fosse anche tangibile. Così è stato deciso di porre una targhetta su quella panchina, che loro stessi avevano posizionato lì dove si trova ancora oggi e da cui si scambiavano opinioni e chiacchieravano con i passanti.

Domenico e Battista erano molto conosciuti in paese: il primo, impresario edile, era soprannominato “Usèla”, il secondo, invece, era noto anche come “el pitùr” per la sua attività di tinteggiatore. I loro nomi resteranno così non solo nei ricordi delle loro famiglie, ma anche in quelli di chi li hanno conosciuti proprio su quella panchina.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This