Un gesto innocente può diventare pericoloso per tutta la comunità: è così che un residente nella zona del Tonale, in Alta Valle, è stato ammonito nei giorni scorsi dalle Forze dell’Ordine per un’abitudine che aveva preso in tutta leggerezza ma che potrebbe avere pesanti ripercussioni.

Da qualche tempo, infatti, l’uomo ha iniziato a lasciare davanti l’uscio di casa del cibo: il suo scopo è quello di cibare le volpi che si aggirano nei dintorni della sua abitazione. Il problema è sorto poiché a cibarsi non erano tanto le volpi quanto dei lupi che appartengono ad un branco di animali selvatici che da qualche tempo vivono al passo del Tonale, al confine tra la provincia bresciana e quella trentina.

Far avvicinare in zone popolate dagli esseri umani degli animali selvatici è molto pericoloso: da qui la richiesta di interrompere questa abitudine, lasciando che gli animali vivano in autonomia e lontano dai centri abitati. Il fatto è giunto anche negli uffici del Parco dell’Adamello e del Comune di Pontedilegno, che nei prossimi giorni avvieranno una campagna per rimarcare la necessità di mantenere le distanze dagli animali che popolano le montagne.

Share This