Torna I.S.E.O. Summer School 2019 sul Sebino.

 

Dal 15 al 22 giugno saliranno in cattedra tre Nobel per l’Economia: il docente di Stanford Alvin Roth, che ha ricevuto il premio dall’Accademia di Svezia nel 2012, il quale parlerà di come i mercati, per funzionare al meglio, hanno bisogno di un supporto sociale; il collega alla Stanford University William Sharpe (insignito nel 1990) terrà invece una lectio sui sistemi pensionistici, mentre il Premio Nobel 2001 Michael Spence aprirà i lavori della summer school con un intervento sull’impatto delle tecnologie digitali sull’economia globale.

A questi ospiti d’eccezione si aggiungernno: il vicedirettore del Wti Manfred Elsing, Kamiar Mohaddes da Cambridge e il docente della London School of Economics Alan Manning.

Infine giovedì 20 alle 10 l’Istituto Iseo organizza all’Università di Brescia il convegno “Pensioni, assistenza sociale, scenari demografici. Le sfide del welfare per il futuro”, con William Sharpe, Tito Boeri e Agar Brugiavini (aperto, prenotazione obbligatoria su istiseo.org).

Quest’anno i corsisti dell’I.S.E.O. Summer School saranno 66, provenienti da 41 università e 27 Paesi differenti. Fra dottorandi, ricercatori e docenti, dal 2004 a oggi, l’Istituto ha ospitato 1.048 giovani da tutto il mondo.

Share This