Le polemiche delle settimane scorse sui nuovi guard-rail sulla Statale 42 non preoccupano l’Anas, che difende la propria scelta.

 

L’Ente ha posizionato, nel tratto tra Darfo ed Esine, dei nuovi guard-rail che garantiscono maggiore protezione ai motociclisti. Le nuove barriere, però, restringono la carreggiata di due metri: le macchine, ovviamente, riescono a transitare senza problemi, ma se prima riuscivano ad evitare le buche presenti sulla strada (altro problema che, soprattutto dopo l’ultimo inverno, affligge tutta la superstrada), ora non possono più evitarle.

Un coro di polemiche si è alzato contro la decisione di Anas che, però, con un comunicato spiega che i guard-rail sono a norma: ‘Le barriere costituiscono un progresso rispetto a quelle precedenti’, si legge, ‘e il leggero restringimento è dovuto prevalentemente al maggior spessore dei dispositivi di ritenuta necessari per garantire il grado di sicurezza imposto dalla normativa’.

Anas commenta anche il restringimento della carreggiata, che sarebbe maggiormente percepito rispetto a quello effettivo ‘poiché la barriera arriva quasi a terra  per tutelare la sicurezza dei motociclisti’.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This