Anche la Comunità Montana di Vallecamonica beneficerà di 35 milioni di euro stanziati dalla Regione Lombardia a favore delle Comunità Montane presenti sul proprio territorio. A deliberarlo la Giunta Regionale, dopo la proposta avanzata da Massimo Sertori, assessore regionale a Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni.

Le risorse dovranno essere spese per progetti il cui obiettivo è il miglioramento dello sviluppo e della tutela dei territori ad alta quota. Risorse, spiega Sertori, che serviranno anche ad “aiutare a far ripartire e crescere la montagna lombarda, anche a seguito degli effetti negativi provocati dalla pandemia da Covid-19”.

In Vallecamonica arriveranno 2.628.783 euro: la Comunità Montana potrà utilizzare le risorse per opere pubbliche in materia di sviluppo territoriale sostenibile (come la realizzazione, l’adeguamento e la messa in sicurezza di strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale o l’abbattimento delle barriere architettoniche ed interventi per fronteggiare il dissesto idrogeologico e per la riqualificazione urbana.

Gli interventi che potranno essere finanziati potranno riguardare anche l’efficientamento energetico, come l’illuminazione pubblica o il risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica; tra gli ambiti previsti anche il rafforzamento delle infrastrutture indispensabili alla connessione internet, alla fibra ottica e alla realizzazione e ampliamento di aree “free wi-fi”.

La Regione specifica che i progetti possono riguardare il patrimonio pubblico di competenza delle Comunità Montane o dei Comuni ad esse afferenti. Alla Comunità Montana del Sebino Bresciano, infine, andranno 971.193 euro, sempre con le stesse destinazioni.

Share This