Un omicidio avvenuto al termine di una lite, in un contesto di degrado: è questo lo scenario che i Carabinieri si sono trovati davanti lunedì sera, intorno alle ore 23:30, ad Esine. Qui, Vincenzo Arrigo, 59 anni originario di Darfo Boario Terme, è stato ucciso a colpi di roncola dopo un violento diverbio: i militari hanno fermato Bettino Puritani, 53enne anche lui originario di Darfo, amico della vittima e presunto colpevole.

La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio delle Forze dell’Ordine, che stanno ricostruendo l’episodio: stando alle prime informazioni, Arrigo da qualche tempo stava scontando i domiciliari a casa dell’amico dopo essere stato allontanato dalla sua famiglia per i maltrattamenti alla moglie.

La vittima viveva insieme all’amico in un’abitazione in cui sembra manchi anche la corrente elettrica: in questo contesto, lunedì sera, sarebbe iniziata la lite, sfociata nell’omicidio del 59enne, colpito a morte con l’attrezzo agricolo. Puritani è stato fermato dai Carabinieri, che continuano ad indagare per chiarire la sua posizione e le dinamiche di quanto accaduto.

[Foto da Giornale di Brescia]

Share This