Dopo le installazioni di Vezza d’Oglio e Braone, del 2018, Cerveno e Vione, Cevo e Lozio, del 2019, il progetto “La memoria delle Pietre” approda a Ono San Pietro, dove sabato​ 3 ottobre, in località Pradello, si terrà l’inaugurazione della ​settima installazione artistica, composta da due sculture e una musica.

Sempre di carattere permanente, questa opera, che come le altre appartiene agli artisti Milena Berta e Alessandro Pedretti, è stata intitolata​ “Frammenti di Luna” e va ad aggiungersi al percorso di valorizzazione delle pietre camune avviato da due anni dal Distretto Culturale di Vallecamonica.

Protagonista di questa nuova tappa è il calcare occhiadino, che deve il proprio nome alla presenza, al suo interno, di sfumature di diverso colore e di forma tondeggiante, come fossero degli occhi; su superfici tagliate e levigate, questa caratteristica singolare dà l’effetto di un disegno arabescato.

“Le forme poliedriche irregolari delle sculture emergono dai blocchi grezzi provenienti dalle cave di Ono, esaltandone la qualità della pietra grazie a un meticoloso processo di lucidatura” spiega la scultrice camuna Milena Berta.

Il brano musicale, fruibile tramite la scansione di un QRCode completa l’opera: “Un pianoforte verticale dialoga con i suoni della pietra, sia naturali che elaborati, registrati alle pendici della Concarena in una zona di estrazione del calcare tipico dell’area” svela il musicista Pedretti.

Tradizione e contemporaneo trovano un punto d’incontro sinergico nel luogo scelto per la posa dell’installazione: la calchera del Desserino, che si raggiungerà con una breve camminata dal campo sportivo di Ono San Pietro alle 17:30 di sabato. Una volta a tu per tu con la nuova opera, ci sarà lo svelamento della scultura e l’ascolto (eccezionalmente per l’occasione da cassa bluetooth) del brano musicale. Inoltre gli scalpellini del paese terranno una dimostrazione.

La partecipazione all’evento è gratuita previa prenotazione, inviando una mail a lontanoverde@gmail.com con oggetto “La memoria delle pietre” oppure scrivendo un messaggio al 3484595374 (MoiraTroncatti).

Share This