Nelle scorse ore i carabinieri della Stazione di Artogne hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Taulant Sallaku.

Il 38enne di origini albanesi era già stato condannato in primo grado, a febbraio, a 8 anni e 8 mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti a conclusione dell’indagine “Reticolo”, coordinata dalla DDA di Brescia e condotta dai carabinieri di Breno e Clusone, che coinvolse anche il fratello Saimir e altre persone.

L’attività dei militari aveva infatti consentito di smantellare un sodalizio criminale, costituito da cittadini italiani e albanesi, che esercitava l’attività di spaccio di cocaina ed eroina.

Dopo la sentenza di primo grado il 38enne era stato rimesso in libertà. Nel frattempo il Tribunale di Brescia ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere. Sallaku si trova pertanto a Canton Mombello, a Brescia.

Share This