L’Orsa Iseo, che militerà in Seconda categoria e che ha realizzato un accordo di fusione con il Cortefranca – prendendo il nome di Orsa Iseo Cortefranca – avrà uno stadio tutto nuovo per il campionato 2020-2021. L’opera è stata finanziata anche dal mutuo da 190 mila euro del Coni, che l’Amministrazione comunale restituirà a tasso zero.

Il Comune e la società calcistica, con il presidente Vittorio Coradi, hanno trovato i punti deboli della struttura e l’hanno sistemata: sistemato il fondo erboso dei campi da calcio e il perimetro dello stadio, rifatti gli spogliatoi e i servizi igienici, tinteggiati i muri esterni ed interni, installati pannelli solari termici per riscaldare l’acqua destinata alle docce, sistemati gli impianti elettrici, installato un gruppo elettrogeno per le emergenze, ripristinato il circuito d’areazione dei locali: ecco che lo stadio è pronto per accogliere di nuovo calciatori e tifosi, con l’obiettivo di farlo diventare un punto di aggregazione, che coinvolga non solo gli appassionati di calcio, ma anche tutti gli altri sportivi.

La ciliegina sulla torta sarà la posa di una nuova insegna dello stadio, intitolato al benefattore Giuseppe De Rossi.

Share This