Non c’è due senza tre, per gli Alpini di Angolo Terme. In questo caso, però, il tris raggiunto dalle penne nere non è piacevole: per il terzo anno consecutivo, infatti, non sarà possibile celebrare il tradizionale appuntamento di Pasquetta.

Se nel 2019 fu l’incendio alla Valcart (e la conseguente ordinanza che vietava manifestazioni all’aperto), nel 2020 e nel 2021 è stata la pandemia a fermare qualsiasi tipo di celebrazione di gruppo. Per gli alpini di Angolo Terme, quindi, non resta che ripetere il programma già messo in atto l’anno scorso.

Lunedì non ci sarà la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, ma solo la celebrazione della Santa Messa alle ore 11:00 nella chiesetta del centro termale. Saranno presenti i capigruppo degli alpini di Angolo Terme e di Terzano, i rappresentanti del Comune e della Protezione Civile.

Non mancherà, però, al termine della celebrazione, la posa (all’interno della chiesetta stessa) di una targa in ricordo di Giuseppe Sorlini, ex capogruppo. Si potrà partecipare alla cerimonia solo tramite social, dal momento che sarà trasmessa dalla pagina Facebook del Comune di Angolo Terme.

Un altro gruppo alpini sarà costretto a celebrare in modalità ristretta lunedì. Si tratta di quello di Bienno, che ha compiuto 100 anni.

Nei giorni scorsi è stato distribuito nelle case di Bienno il libro che racchiude la storia centenaria del gruppo Alpini del paese. Un volume intitolato “Cento anni e non sentirli”, che racconta il percorso compiuto dal 1921 ad oggi, grazie alla ricerca di Bortolo Baiocchi e alle testimonianze raccolte.

L’importante anniversario non potrà essere festeggiato al meglio, a causa delle restrizioni, ma il Comune e il capogruppo Giovan Battista Zanella hanno deciso di far celebrare una messa sul colle del Cristo Re, che andrà in onda in diretta alle 15:00 del lunedì di Pasquetta su Teleboario.

Share This