Nonostante l’azione della campana Daisy bell agganciata all’elicottero, la valanga sulla valle del Lares, sulla Statale 42 al Tonale, non è scesa a valle.

 

I dodici potenti botti non sono bastati a innescare il movimento dell’enorme quantità di neve rimasta a circa 2300 metri di quota, dopo la valanga precipitata un paio di giorni fa, il cui fronte si è fermato 150 metri sopra la strada.

A seguire da lontano i diversi tentativi c’era quasi tutto lo stato maggiore del compartimento Anas della Lombardia, che aveva ordinato la chiusura della Stale 42 dalle 14 di venerdì 6 aprile.

La strada è stata riaperta alle 17.30, dopo aver verificato le condizioni di sicurezza.

Sono quindi smobilitate anche le forze dell’ordine che hanno vigilato nei punti dove erano stati fissati i blocchi stradali e che fin dal primo mattino hanno invitato gli sciatori a lasciare i loro veicoli a Ponte e utilizzare la cabinovia.

Share This