Approvato il ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo. Dopo l’adesione di Regione Lombardia dello scorso 11 aprile, si compie così un ulteriore passo avanti per l’attuazione della strategia di sviluppo in chiave eco-sostenibile del comprensorio sciistico.

Gli interventi alla base dell’attuazione del Patto sono principalmente due: la realizzazione di una nuova ed unica telecabina a otto posti di arroccamento al Monte Altissimo attraverso la sostituzione dell’attuale impianto di collegamento tra la stazione di partenza delle piste e la vetta del Monte Altissimo e la ristrutturazione e riqualificazione complessiva dell’attuale edificio presente in quota sulla vetta del Monte Altissimo destinato a rifugio. In questo caso si porrà particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riduzione degli impatti ambientali e paesaggistici. L’obiettivo primario resta la destagionalizzazione delle presenze turistiche e il contrasto allo spopolamento.

Entro la fine del 2024, stando al patto Territoriale, andranno perciò realizzati questi due importanti interventi infrastrutturali, per un importo complessivo di 17 milioni di euro, a fronte del quale Regione Lombardia contribuirà con un finanziamento di 14,5 milioni di euro, di cui 9,8 milioni di euro di risorse autonome regionali e 4,7 milioni di euro di risorse statali, frutto dell’intesa raggiunta tra Regione Lombardia e Ministero del Turismo. Si tratta di risorse assegnate in vista dei Giochi Olimpici del 2026 per migliorare l’attrattività dei territori.

Inoltre il Comune di Borno e la Comunità Montana di Vallecamonica concorreranno al finanziamento, garantendo una quota complessiva di euro 2.450.000 euro.

Share This