Pecore spazzine di nuovo in azione in alta Valcamonica. Un gregge formato da oltre 1.500 capi ha raggiunto nei giorni scorsi la Val Canè.

 

 Le pecore si sono mangiate anche la temibile Panace di Mantegazzi, la pianta velenosa per l’uomo che si sta diffondendo in alta Valle, contribuendo ad arginare il fenomeno. Nei giorni scorsi gli addetti ai lavori hanno trattato l’area e isolato le piante con delle barriere, per evitare contatti con la pelle umana.

Pare che le pecore spazzine abbiano eliminato il problema risolvendo momentaneamente l’emergenza, anche se sarà necessario continuare a monitorare l’area per evitare che la Panace torni. Il gregge si fermerà in Val Canè per circa tre settimane, poi si trasferirà nella Valle delle Messi.

Share This