La Casa della Serenità di Lovere, residenza socio-assistenziale che fa capo alla Fondazione Beppina e Filippo Martinoli ONLUS, ha avviato l’intervento per realizzare al proprio interno un nuovo giardino terapeutico, progettato specificatamente per stimolare le capacità cognitive e relazionali dei suoi 39 ospiti con disturbi comportamentali conseguenti a demenze.

Il nuovo giardino è collocato in corrispondenza della terrazza del quarto piano e ingloba una porzione del terreno retrostante all’edificio. Il progetto ha come obiettivo quello di creare uno spazio esterno di tipo inclusivo e stimolante. I colori dei fiori e i profumi delle piante aromatiche, le strutture per la socialità e quelle per l’attività fisica dolce, insieme al sistema di cura Snoezelen che mira alla promozione del benessere attraverso la stimolazione multisensoriale modulata, offriranno agli anziani la possibilità di svolgere attività terapeutiche non farmacologiche.

In base ad una ricerca condotta dall’Ats Bergamo, nei dieci comuni dell’Alto Sebino vivono 87 persone affette da Alzheimer o demenze senili: la domanda di assistenza e di aiuto da parte delle loro famiglie è in costante aumento.

Per realizzare il giardino la Fondazione investirà complessivamente 123mila euro, di cui 60mila assegnati per tale iniziativa dal Gal Valle Seriana e Laghi Bergamaschi e 62.800 stanziati con fondi propri di bilancio. La progettazione e la direzione lavori sono state affidate allo studio Darvo Serrani Project di Firenze.

Share This