Sta per iniziare “Immaginarti a Pescarzo” la prima delle tre grandi mostre mercato.

Denise Gamba referente per l’agenzia Turistico Culturale del Comune di Capo di Ponte afferma ai nostri microfoni: “L’evento è ormai fisso e imperdibile nell’estate camuna, insieme a Pisogne e a Bienno. La mostra di Pescarzo, nel corso delle sue 19 edizioni, ha sempre avuto come elemento specifico quello della pietra, ma richiama quest’anno anche il fuoco, l’aria e l’acqua, creando un percorso attraverso le esposizioni degli artigiani e gli spettacoli proposti nel corso della nove giorni”.

Oltre agli espositori, che sono più di 50, sono stati messi in calendario una serie di spettacoli di vario genere che richiamano la tradizione: artisti folk con chitarra o fisarmonica, cantastorie e fanfare che creano un’atmosfera del passato in un contesto che già lo richiama con la sua architettura. A proposito di tradizioni del passato Denise Gamba ricorda inoltre due dimostrazioni: “La battitura della segale, dimostrazione che diventa un vero e proprio spettacolo agli occhi dei presenti, in programma alle 20,30 del 7 e del 10 agosto in Piazza San Rocco, e la “Cagiada” nella caldera, il vecchio caseificio, che verrà riaperto per l’occasione, con successiva degustazione dei prodotti, nella serata dell’11 agosto”.

Immancabile l’aspetto gastronomico della mostra, con il punto ristoro al Campo sportivo, che propone i casoncelli della tradizione e i “caicì” (carne di manzo cotta arrotolata attorno a dei bastoncini di nocciolo) come elementi portanti del menù che verrà proposto tutte le sere durante l’evento.

“La mostra non potrebbe essere quello che è se non ci fossero i volontari” vuole sottolineare Denise Gamba “dal Gruppo Amici di Pescarzo, che si dà da fare mesi prima per preparare le specialità gastronomiche, al Gruppo Oratorio, fino ai residenti, che aiutano nelle aperture di cantine, case e nell’addobbo delle strade.”

Si inaugura sabato 4 agosto alle 18. Le due domeniche e il sabato 11 si apre alle 16. Durante la settimana apertura dalle 19 alle 24. Per tutta la durata della mostra sarà attivo dal Parco Tematico di Capo di Ponte il servizio di bus navetta che porta nel centro storico.

Share This