Il Comune di Piancamuno ha da poco approvato il Bilancio ed il documento di programmazione economica.

 

Confermate le aliquote Imu, Tasi ed addizionale Irpef, ma a far incassare è soprattutto la farmacia comunale, con un giro di 1,2 milioni di euro. Tra le critiche della minoranza, che si è astenuta dal voto, le imposte troppo alte e, secondo Marcello Santicoli, capogruppo dell’opposizione, il fatto che le entrare tributarie nel 2017 siano state pari solo al 65% del preventivato. I contenziosi sono aperti, ha chiarito Giorgio Ramazzini, sindaco del paese, che ha anche sottolineato che grazie ad una cooperativa sono stati recuperati 397mila euro.

Share This