Giunta alla 27esima edizione la Fiera dei Fiori di Piamborno si fa occasione di promozione per il turismo locale.

 

Per la prima volta, infatti, in occasione dell’appuntamento, che storicamente va in scena durante il ponte del primo maggio, la Pro Loco di Piancogno ha emesso speciali pacchetti turistici che puntano a portare visitatori non solo alla fiera, ma anche in altri luoghi simbolo del territorio come i parchi delle incisioni rupestri o il convento dell’Annunciata. Ed è già confermata l’adesione di un gruppo che arriverà su due pullman in partenza da Crema.

In questo modo sicuramente la rassegna incrementerà nuovamente i numeri dopo il record dello scorso anno. Con i visitatori crescono gli espositori: quest’anno saranno 87, tra giardinaggio, florovivaismo, hobbisti e attività commerciali legate al verde.

Inaugurazione ufficiale sabato 28 aprile alle 18 con banda, majorettes e la mascotte Mimì, poi via a quattro giorni intensi. Tra le iniziative da segnalare, la presentazione della nuova Associazione mais nero spinoso, il progetto «RiciclArt» a cura di Mauro Squaratti, visite guidate, sfilate e spettacoli a cura dell’associazione “Raccontando Pian di Borno”, la prima edizione del concorso fotografico aperto a tutti e la serata musicale, lunedì 30 aprile alle 21, con i Dik Dik per aiutare l’Andos di Valcamonica, associazione presente con altre sedici lungo il percorso della fiera.

Nel centro di Piancogno, appositamente dedicato ai più piccoli, viene allestita una zona giochi per bambini con giostre gonfiabili, pompieropoli e una mini fattoria per svariate attività con animali. E ancora concerti eventi, musica da strada, giocolieri, artisti e stand con prodotti locali.

Il centro di Piamborno sarà interdetto al traffico, e da Cogno alla fiera presterà servizio Nino il trenino.

Share This